CERAMIN
CERAMIN

CERAMIN - Energy saving concepts for the European ceramic industry

deutsch English espanol italiano francais Polski

Risultati

1 Obiettivi

II progetto CERAMIN è nato per incoraggiare l'industria europea della ceramica a diminuire il proprio consumo energetico specifico (SEC) e si è proposto di raggiungere tale obiettivo istituendo una competizione: con tale gara si vuole mettere a disposizione le più efficienti soluzioni tecnologiche e promuovere le migliori pratiche di risparmio energetico. L'industria ceramica è stata pertanto suddivisa in sotto-settori il più possibile simili alle categorie di prodotto riportate nel BREF. II progetto si concentra su oggetti ceramici prodotti in larga scala e caratterizzati da un alto input energetico.

2 Come funziona

La competizione è stata organizzata come un vero e proprio torneo sportivo: i produttori di materiale ceramico di sei paesi europei sono stati invitati a riportare i propri consumi energetici ai partner nazionali di progetto i quali, a loro volta, hanno comunicato, sotto forma anonima, i dati al Kl Keramik-Institut GmbH, responsabile della procedura di calcolo dei consumi e mitigazione energetica ottenuta tramite un confronto dei consumi calcolato su due anni di produzione.

Regale per l'aggiudicazione del premio:

    Per ogni sotto-settore ceramico il riconoscimento "Extraordinary Efficiency Energy"è riconosciuto se almeno sei imprese di almeno due paesi europei partecipano alla competizione: viene premiata l'impresa avente il minore consumo energetico in termini assoluti.
    2. Per ogni sotto-settore ceramico il riconoscimento "Energy Efficiency Enhancement"è riconosciuto se almeno sei imprese di almeno due paesi europei partecipano alla competizione: vengono premiate il 25% delle migliori imprese che dimostrano di aver comunque provveduto a consistenti riduzioni dei consumi (minore consumo energetico in termini relativi).

3 Risultati della competizione

Secondo le regole di calcolo riportate, produttori ceramici di sei paesi europei furono invitati a condividere i loro dati con i rispettivi partner nazionali di progetto. I settori con il maggior numero di partecipanti risultano quello dei laterizi (mattoni per pavimentazioni e muri), refrattari e le stoviglierie da tavola. Non sono disponibili dati per le industrie italiane e solo un ristretto numero per la Spagna e la Francia.

  • Nel 2009 sono state premiate un totale di nove imprese.
  • Nel 2009 la competizione "Triple-E-Label" è stata vinta da imprese polacche ed inglesi
  • Sono state premiate delle imprese industriali appartenenti a quattro sotto-settori.
  • Sono stati consegnati tre riconoscimenti sulla base di valori assoluti.
  • Sono stati consegnati sei riconoscimenti per "Energy Efficiency Enhancement".

4 II Manuale di efficienza energetica

Un altro importante risultato del Progetto Ceramin è il "Manuale di efficienza energetica". Le raccomandazioni e i pratici consigli contenuti in tale documento si basano sulle osservazioni messe a disposizione dalle industrie vincitrici, dall'esperienza del gruppo di esperti dei partner di progetto e dalle numerose ricerche e studi riportati nella bibliografia del manuale. II materiale da letteratura è stato raccolto dal gruppo di esperti del consorzio di progetto. II manuale è suddiviso in capitoli che trattano i principali sottosettori ceramici ad eccezione dei refrattari e ceramiche tecniche. Ogni capitolo passa in rassegna le migliori pratiche di efficienza energetica per lo specifico sottosettore affrontato. II manuale è disponibile in sei lingue è può essere liberamente scaricato dal sito: www.ceramin.eu/Ceramin/downloads.htm

5 II Futuro

La competizione europea per l'efficienza energetica nell'industria ceramica continuerà in edizioni annuali dal 2010 al 2015. Le regole indicate in precedenza verranno mantenute. I nuovi attestati di vittoria saranno rilasciati se vengono raccolti dati di almeno tre partner industriali per sottosettore ceramico entro il 30th Ottobre di ogni anno. l calcoli in base ai nuovi dati di consumo energetico e l'aggiornamento della classifica concernente i consumi e la mitigazione energetica saranno gratuiti. Le lmprese industriali, che a seguito del calcolo si aggiudicheranno i riconoscimenti, dovranno pagare una quota per coprire i costi di gestione del meccanismo.